PESARO: L’ASSEMBLEA FIAB

ps11 - 1

L’Assemblea annuale FIAB di Pesaro (per Ciclocittà hanno partecipato Ferrari e Savelli) ha avuto molti motivi di interesse: ecco un breve resoconto.

PESARO E LA BICIPOLITANA. Città sul mare di 95 mila abitanti, Pesaro è ben presente nell’immaginario dei ciclisti urbani italiani per merito di una bella realtà: la rete di piste ciclabili graficamente descritta  come se fosse una metropolitana, chiamata Bicipolitana. Thomas Flenghi, architetto e ora Mobility Manager della città, ci ha descritto prima in aula e poi durante una pedalata la nascita del progetto e la sua graduale implementazione:  lo scetticismo di quasi tutti all’inizio, i conflitti con i commercianti, l’importanza strategica dei plessi scolastici, i non pochi problemi tecnici  ma soprattutto la necessità della diffusione di una cultura della mobilità attiva.  L’intesa tra ruoli tecnici  e  guida politica ha permesso di arrivare ad un successo che ha trovato poi imitatori in città vicine. Questo non significa che la progettazione possa essere identica in ogni realtà urbana, pur rimanendo lo stesso il fine strategico: la migliore qualità della vita dei cittadini.

LE BUONE PRATICHE DELLE ASSOCIAZIONI FIAB: il Sud è stato protagonista nei racconti delle buone pratiche,  per merito di associazioni da poco fondate da giovani che hanno scelto di aderire agli ideali e all’organizzazione Fiab. Tra gli altri abbiamo ascoltato con interesse i racconti di CiclOstile di Potenza per l’abilità di rileggere la tradizione locale,  di MontainBike di Catania per la capacità di coinvolgere nuovi soci, di Bicinsieme di S.Costantino Calabro per le proposte di cicloturismo, di Fiab Grosseto per un originale progetto di Alternanza Scuola – Lavoro con un liceo. La bici come  strumento per conoscere e valorizzare lo straordinaria geografia del Centro e del Sud Italia.

LA FIAB NAZIONALE: tante le attività che la presidente Pagliaccio e gli altri dirigenti  hanno concretizzato nell’ultimo anno di attività. Sul fronte delle infrastrutture: approvata la Legge Quadro sulla Ciclabilità (n°2/2018) abbiamo ora  un rappresentante al tavolo tecnico per l’attuazione della rete BICITALIA;   per il Cicloturismo è una realtà consolidata le proposte dei BICIVIAGGI FIAB;   per la ciclabilità urbana  cresce l’iniziativa COMUNI CICLABILI.  L’assemblea è stata anche l’occasione per assegnare un premio a persone che si sono mostrate amiche della bicicletta. Tra queste RICCARDO IACONA per l’indimenticabile servizio di PresaDiretta di lunedì’ 8 gennaio in prima serata;  MARIA TERESA MONTARULI per la sua attività di blogger  ovvero “ladradibiciclette”;   MATTEO RICCI dinamico sindaco di Pesaro, per il coraggio di aver creduto nella Bicipolitana.

Si tratta ora di riprendere, dopo i contatti presi in campagna elettorale,  i rapporti con i nuovi parlamentari eletti che hanno aderito ai nostri valori, allo scopo in particolare di arrivare alla riforma del CdS.  Tanto lavoro da fare, una struttura valorosa rappresentata dai dirigenti di Fiab Nazionale che abbiamo il dovere di sostenere, a cominciare  dalla destinazione del 5 per mille.

LS